3.3.2 Tutor

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

Il ruolo del tutor nei percorsi formativi - lavorativi è rappresentato da una figura professionale inedita per il nostro territorio.

Non appartiene all’istituzione scolastIca, ma all’area educativo/formativa ed opera al di fuori della logica modulare dei corsi curriculari.

I tutors sono chiamati ad adempiere le seguenti funzioni:

  1. Progettare  ed attuare  percorsi individualizzati in collegamento e collaborazione con la scuola e la famiglia (partecipazione ai consigli di classe, stesura e verifica del P.E.I.), al fine di favorire la formazione e l’inserimento dello studente disabile nel contesto lavorativo, operando in rapporto 1/1.
  2. Promuovere interventi atti allo sviluppo delle autonomie nei trasporti, l’integrazione sociale e ricreativa nel territorio, l’organizzazione di stage aziendali e azione di mediazione con il centro dell’impiego.
  3. Verificare e discutere settimanalmente l’andamento degli stage in equipe.
  4. Collaborare con il Centro per l'Impiego nella ricerca delle sedi di stage.
  5. Effettuare un lavoro di rilevazione di competenze dell’alunno disabile in modo da orientare la successiva ricerca di sede di stage compatibilmente con le competenze richieste dalla ditta al fine di promuovere poi lo sviluppo di tale competenze e di altre abilità sociali, professionali, relazionali monitorando costantemente l’alunno durante lo stage fino alla valutazione finale composta da una certificazione di competenze attraverso un profilo/portfolio professionale.
  6. Promuovere interventi atti a sviluppare autonomie personali e sociali.

Allegati

Non sono presenti allegati in questa pagina

Contatti

Contatore visite